I bandi pubblicati nella presente pagina (i quali sono meno della metà di quelli presenti in ambito europeo e nazionale) non sono da considerare esaustivi o sufficienti al fine di adottare decisioni, né possono altresì essere sostitutivi della consulenza professionale


CONTRATTI DI FILIERA E DI DISTRETTO (V BANDO MIPAAF)

Bando volto a riorganizzare i rapporti tra i principali protagonisti della filiera, migliorare le relazioni di mercato ed ottenere così impatti maggiormente positivi.


Beneficiari

  • Imprese;

  • Società cooperative ed i loro relativi loro consorzi;

  • Imprese organizzate sotto forma di Rete, purché operino nel settore agricolo e agroalimentare;

  • Organizzazioni di produttori agricoli e associazioni di organizzazioni di produttori agricoli;

  • Società tra soggetti che esercitano l’attività agricola e le imprese commerciali/industriali/addette alla distribuzione a condizione che almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, cooperative agricole, consorzi o da organizzazioni di produttori.


Finanziamenti

Contributo in conto capitale e/o Finanziamento agevolato:

  • Per i contratti di filiera l'importo complessivo degli investimenti ammissibili deve compreso tra € 4.000.000 e € 50.000.000.
  • L’importo per singolo Soggetto beneficiario è fissato ad un valore minimale di spesa ammissibile di € 400.000 Euro.
  • L'importo per le PMI rientranti nella tabella 1A dell’Allegato A al Decreto 22 dicembre 2021, è fissato ad un valore minimale della spesa ammissibile di € 100.000.

Domande

Bando in pubblicazione.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

SVILUPPARE UNA FILIERA AGROALIMENTARE SOSTENIBILE: PARCO AGRISOLARE

Bando in linea con la Mission 2 - Component 1 del PNRR finalizzato a ridurre l'impatto ambientale delle aziende agricole.

Beneficiari

  • Imprenditori Agricoli Professionali;
  • Coltivatori Diretti;
  • Imprese Agroindustriali.

Finanziamenti


Contributo a fondo perduto in conto capitale al 40% sul costo totale dell'investimento.

Per le aziende aventi sede in una delle regioni del Sud-Italia il contributo a fondo perduto sarà del 50%. La percentuale massimale potrà essere aumentata di un ulteriore 20% qualora l'imprenditore rientri in una delle seguenti categorie:

  • giovane agricoltore insediato nei cinque anni precedenti la data di presentazione della domanda di aiuto;
  • investimenti collettivi;
  • investimenti in zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici.

In ogni caso la spesa massima ammissibile per beneficiario non potrà superare i 250.000 €



Domande

Bando in pubblicazione.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

MIGLIORAMENTO DELLA REDDITIVITÀ E DELLA

COMPETITIVITÀ DELLE AZIENDE AGRICOLE TOSCANE

Bando esclusivo per la regione Toscana rivolto agli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP), o soggetti equiparati.

Beneficiari

  • Imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti, anche a titolo provvisorio, nell’anagrafe regionale ai sensi della legge regionale 27 luglio 2007, n. 45;
  • Imprenditori agricoli professionali (IAP) riconosciuti, anche a titolo provvisorio, ai sensi della vigente normativa statale (D.Lgs 99/2004) da altre Regioni o Province autonome;
  • Gli equiparati all’imprenditore agricolo professionale (IAP) ai sensi dell’art. 20 della legge regionale 27 luglio 2007, n. 45.

Progetti finanziabili

   (a) Investimenti materiali:

  • costruzione e/o ristrutturazione di fabbricati produttivi aziendali;
  • interventi di efficientamento energetico;
  • rimozione e smaltimento di coperture e parti in cemento amianto, secondo le norme vigenti;
  • realizzazione e/o ristrutturazione di strutture per lo stoccaggio e per il trattamento degli effluenti palabili e non palabili degli allevamenti;
  • realizzazione e/o miglioramento di strutture per lo stoccaggio e per il trattamento delle acque riciclate;
  • miglioramenti fondiari;
  • dotazioni aziendali;
  • cartelloni, poster e targhe;

   (b) Spese generali

   (c) Investimenti immateriali


Finanziamenti

Contributo a fondo perduto in conto capitale al 40% sul costo totale dell'invetimento. In ogni caso il finanziamento non potrà superare la cifra massimale di 350.000 euro.

Il contributo potrà rivecere una maggiorazione del 10% se la domanda viene presentata da un giovane agricoltore fino a 40 anni.


Domande

Fino alle ore 13:00 del 04/07/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

INDENNITA' PER AREE MONTANE SVANTAGGIATE

Bando esclusivo per la regione Lombardia rivolto ad imprenditori agricoli che risultano “Agricoltori in attività” ai sensi del Reg. (UE) n. 1307/2013.

Saranno ammessi soltanto coloro che esercitano l’attività agricola in aree svantaggiate di montagna.

   

Finanziamento

Erogazione di un’indennità annua commisurata agli ettari e ai costi di produzione e ai ricavi delle imprese agricole di montagna.

Contributo per ettaro commisurati alla natura dello stesso, fino ad un massimo di:

    - 232 € per i pascoli;

    - 436 € per i prati permanenti;

    - 174 € per i prati avvicendati;

    - 261 € per i vigneti non terrazzati, frutteti, oliveti e castagneti;

    - 653 € per i vigneti terrazzati.

Domande

Fino al 16/05/2022.

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

GRUPPI OPERATIVI PEI -

PROGRAMMA SVILUPPO RURALE REGIONE LOMBARDIA

Beneficiari

Aziende lombarde dei seguenti settori, ad eccezione dell'ittico:

     1) Imprese agricole, agroindustriali in forma singola o associata;

     2) Organizzazioni di Produttori (OP) e Associazioni di Organizzazioni di Produttori (AOP)

     3) Altre forme associative del settore agroalimentare (Consorzi, Associazioni ecc.);

     4) Organismi di ricerca;

     5) Organismi di diffusione della conoscenza;

     6) Enti parco e soggetti gestori dei siti Natura 2000;

     7) Distretti agricoli, del cibo e di filiera.


Progetti

L’Operazione supporta le seguenti azioni:

    a) coordinamento, gestione della partnership, costi di partecipazione alla rete PEI;

    b) realizzazione del progetto innovativo;

    c) trasferimento dei risultati.


Agevolazione

Contributi in conto capitale per progetti compresi tra € 120.000,00 e € 450.000,00.

L’intensità del contributo è differenziata per tipologia di azione come indicato di seguito:

    a) "Coordinamento”: intensità pari al 100% per un importo massimo del 25% del costo del                      progetto comprensivo delle tre azioni;

    b)  "Progetto innovativo”: intensità pari al 90% delle spese ammissibili;

    c)  "Trasferimento delle informazioni”: intensità pari al 90% delle spese ammissibili.


Domande

Fino al 7/09/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

DONNE IN CAMPO - BANDO ISMEA

Beneficiari

L'accesso alle agevolazioni è riservato alle aziende iscritte nel registro delle imprese e con le seguenti caratteristiche:

      a) esercitano l'attivita' agricola ai sensi dell'art. 2135 del codice civile;

      b) sono amministrate da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo;

      c) hanno sede operativa nel territorio nazionale;

      d) non sono in liquidazione volontaria e non sono sottoposte a procedure concorsuali;

      e) non rientrare tra le imprese in difficolta', come definite dall'art. 2, punto 14, del regolamento.


Progetti

I progetti finanziabili devono perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

1) miglioramento del rendimento e della sostenibilità globale dell'azienda mediante una riduzione dei costi o un miglioramento e riconversione della produzione;

2) miglioramento delle condizioni agronomiche e ambientali, di igiene e benessere

degli animali purché' non si tratti di investimenti realizzati per conformarsi alle

norme dell'Unione europea;

3) realizzazione e miglioramento delle infrastrutture connesse allo sviluppo,

all'adeguamento ed alla modernizzazione dell'agricoltura.


Per la realizzazione del progetto sono ammissibili alle agevolazioni le seguenti spese:

1) studio di fattibilità, comprensivo dell'analisi di mercato (max. 2% del valore

complessivo dell’investimento);

2) opere agronomiche e di miglioramento fondiario;

3) opere edilizie per la costruzione o il miglioramento di beni immobili;

4) oneri per il rilascio della concessione edilizia;

5) allacciamenti, impianti, macchinari e attrezzature;

6) servizi di progettazione, beni pluriennali;

7) acquisto di terreni (max.10% dei costi ammissibili totali dell'investimento);

8) formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario,

funzionali e commisurati alla realizzazione del progetto.


Agevolazione

Mutui agevolati a tasso zero della durata minima di 5 anni e massima di 15 anni, comprensiva del periodo di preammortamento.

Il tetto massimale non potrà, in ogni caso, superare i 300.000,00 € e il 95% delle spese ammissibili.

L'impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del programma di investimento,

comprensivo dell'IVA, apportando un contributo finanziario, attraverso risorse proprie pari ad almeno il 20% delle spese ammissibili complessive.

Il mutuo agevolato deve essere assistito da garanzie per l'intero importo concesso, maggiorato del 20% per accessori e per il rimborso delle spese, acquisibili nell'ambito degli investimenti da realizzare.


Domande

A sportello.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

PSR 2014-2020 (FEASR): PROGETTI DIMOSTRATIVI E AZIONE E INFORMAZIONE

Beneficiari

    - Organismi di ricerca;

    - Organismi di diffusione della conoscenza;

    - Distretti agricoli, del cibo e di filiera accreditati;

    - Enti gestori dei Siti Natura 2000;

I beneficiari possono essere in forma singola o in Associazione temporanea di scopo da costituirsi a seguito di concessione del finanziamento.


Agevolazione

Contributo per le spese pari all'80%.

L’ammontare delle spese ammissibili a finanziamento per ogni progetto è compreso tra € 40.000,00 e € 80.000,00 per progetti che comprendono esclusivamente azioni di informazione.

Per progetti di che comprendono azioni di informazione e dimostrazione il tetto massimo viene elevato ad € 200.000,00.


Domande

Dal 20/01/2022 al 22/04/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

AGEVOLAZIONI PER IMPRESE AGRICOLE

"CREDITO DI FUNZIONAMENTO 2019"

Beneficiari

Imprese del settore della produzione primaria con sede operativa in Lombardia che abbiano attivato il Fascicolo Aziendale informatizzato nel sistema informativo delle Conoscenze della Regione Lombardia (SISCo).


Agevolazione

Contributo in conto interessi di importo compreso tra 50.000,00 €  e 150.000,00 €.

Il piano d’ammortamento avrà durata non inferiore ai 24 mesi e non superiore ai 60.


Domande

A sportello.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

GESTIONE DEI COLLEGAMENTI ECOLOGICI, RITIRO DEI SEMINATIVI DALLA PRODUZIONE E GESTIONE DEI COLLEGAMENTI ECOLOGICI DEI SITI NATURA 2000

Beneficiari

Imprenditori agricoli dell'Emilia-Romagna sia in forma societaria che in forma individuale, comprese le cooperative, i gestori del territorio e le proprietà collettive.


Agevolazione

  1.   Conservazione di alberi isolati o in filare/ conservazione di siepi e boschetti: 0,08 €/mq/anno;
  2.   Conservazione di stagni, laghetti, maceri, risorgive e fontanili. €/ettaro/anno per 3 anni;
  3.   Superfici di pianura per la gestione di prati umidi: 1.500 € /ettaro;
  4.   Superfici di pianura per le tipologie di intervento F2: 1.000 € /ettaro;
  5.   Superfici di collina e montagna per le tipologie di interventi F2 500 € /ettaro.

Domande

Le domande potranno essere presentate fino al 28/02/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

CONVERSIONE E MANTENIMENTO  PRATICHE E METODI BIOLOGICI

Beneficiari

Imprenditori agricoli dell'Emilia-Romagna sia in forma societaria che in forma individuale, comprese le cooperative.


Agevolazione

     - Conversione di metodi e pratiche biologiche: da 150 a 791 €/ettaro/anno per 5 anni.

     - Mantenimento di metodi e pratiche biologiche: da 90 a 668 €/ettaro/anno per 3 anni.


Domande

Le domande potranno essere presentate fino al 28/02/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

PSR 2014-2022: "Sostegno ad investimenti per la riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca "

Beneficiari

Aziende agricole in tutto il territorio nazionale, con priorità assegnata a:

      - imprenditori che realizzeranno coperture sulle vasche o più interventi diversi,

      - aziende localizzate in pianura o collina;

      - investimenti collettivi;

      - giovani imprenditori che si insediano;

      - aziende provviste di una certificazione ambientale;

      - allevamenti di grandi dimensioni.


Attività finanziabili

      - la realizzazione di coperture, anche antipioggia, sopra le strutture di stoccaggio;

      - acquisto di macchine ed attrezzature per la distribuzione con tecniche a bassa emissività                 (interratori, rasoterra, sottocotico);

      - la realizzazione di vasche di stoccaggio aggiuntive rispetto alle capacità minime prescritte dalla         normativa vigente;

      - la copertura dei paddock;

      - l’acquisto di separatori solido/liquido;

      - l’acquisto di attrezzature per movimentazione e gestione dei reflui, compresi gli spandiletame;

      - la riduzione del consumo d’acqua nelle stalle;

      - per i soli giovani agricoltori insediati da non più di 24 mesi, gli interventi necessari al rispetto di         norme obbligatorie.


Agevolazione

L’aliquota di contribuzione fissata al 40%, ma elevabile al 50% per i soggetti collettivi e le aziende di montagna. In caso di giovani agricoltori è possibile elevarla ulteriormente fino al 60%.

Se l’investimento riguarda un solo intervento il massimale di spesa è di 60.000 €, in caso di investimento collettivo la cifra potrà raggiungere gli € 100.000.

In caso l'investimento riguardi più interventi o la copertura delle vasche con strutture fisse il massimale è di 90.000 €, in caso di investimento collettivo la cifra potrà raggiungere gli € 150.000.


Domande

Le domande potranno essere presentate fino al 15/02/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

PSR 2014-2020 (FEASR): "Incentivi per investimenti finalizzati alla ristrutturazione o riconversione dei sistemi di irrigazione"

Bando esclusivo per la regione Lombardia e finalizzato alla concessione di contributi alle imprese e alle società agricole per opere e/o impianti, con l’obiettivo di ridurre il fabbisogno e l’utilizzo di acqua per irrigazione in ambito aziendale.

Beneficiari

L’Operazione si attua sul territorio regionale lombardo dei 12 Comprensori di bonifica e irrigazione.

Sono coinvolti nel presente bando tutte le imprese agricole nazionali con forma giuridica di Società di Persone, Società di Capitali e Società Cooperativa. 

Sono altresì compresi anche gli imprenditori agricoli individuali.


Agevolazione

Contributo espresso in percentuale del 40% sulla soglia di spesa ammessa

In ogni caso l'importo massimale di spesa ammessa non potrà superare i 400.000 €.


Domande

Le domande potranno essere presentate fino al 30/03/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

PSR 2014-2020 (FEASR): "Trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli"

Agevolazioni per investimenti connessi alle attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Vengono finanziati:

     - costruzione, miglioramento e acquisto di immobili;

     - acquisto di nuovi impianti e macchinari;

     - acquisizione di nuove apparecchiature e strumentazioni informatiche;


Beneficiari

Imprese che svolgono attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli con almeno il 60% della materia prima commercializzata e trasformata di provenienza extra aziendale.

In alternativa sono incluse anche le cooperative agricole o organizzazioni di produttori riconosciute con vincolo statutario dell’obbligo di conferimento della materia prima da parte delle imprese associate, con quantità contrattualizzata e/o conferita dai soci pari ad almeno il 70% della materia prima di provenienza extra aziendale.


Agevolazione

Sovvenzione in conto capitale, pari al 20% della spesa ammessa;

Finanziamento agevolato, erogato per il 40% a valere su risorse di un Fondo Credito (con un contributo correlato fino al 10% dell’ESL) e per il 60% a valere su risorse di un Intermediario Finanziario Convenzionato.

 

Domande

Le domande potranno essere presentate fino al 31/03/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

ISMEA PIU' IMPRESA 

IMPRENDITORIA GIOVANILE IN AGRICOLTURA

Beneficiari

MPI e PMI agricole organizzate sotto forma di ditta individuale o di società, composte da giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti.

I beneficiari devono inoltre rispettare i seguenti requisiti:

  • subentro, per imprese agricole costituite da non più di 6 mesi con sede operativa sul territorio nazionale, con azienda cedente attiva da almeno due anni, economicamente e finanziariamente sana;
  • ampliamento: imprese agricole attive da almeno due anni, con sede operativa sul territorio nazionale, economicamente e finanziariamente sane.

Agevolazione

Mutuo agevolato, a tasso zero, per un importo non superiore al 60% delle spese ammissibili, nonché un contributo a fondo perduto, per un importo non superiore al 35% delle spese ammissibili.

Per le attività di agriturismo e le altre attività di diversificazione del reddito agricolo saranno concesse agevolazioni in regime "de minimis" nel limite massimo di euro 200.000.

 

Domande

Le domande potranno essere presentate dal 30 aprile 2021.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

ISMEA INVESTE - INTERVENTI A CONDIZIONI DI MERCATO

Beneficiari

Società di capitali, anche in forma cooperativa, finanziariamente sane, che operano nei seguenti settori:

    - Produzione agricola primaria;

    - Trasformazione/ commercializzazione di prodotti agricoli;

    - Produzione di beni prodotti nell'ambito delle attività agricole partecipate almeno al 51% da                      imprenditori agricoli, cooperative agricole a mutualità prevalente e loro consorzi o da                       organizzazioni di produttori.


Agevolazione

Progetti di sviluppo o consolidamento nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e alimentari, nonché nella distribuzione e nella logistica, con un ammontare di investimenti materiali e/o immateriali non inferiori a 4 milioni di euro.

L'intervento ISMEA a condizione di mercato è compreso tra un minimo di 2 milioni di euro e un massimo di 20 milioni di euro;

ISMEA opererà come socio di minoranza di società di capitali, anche di nuova costituzione, sottoscrivendo, sulla base dell'intervento proposto e della forma giuridica della società target, aumenti di capitale e/o prestiti obbligazionari e/o strumenti finanziari partecipativi.

 

Domande

Le domande potranno essere presentate fino al 14/01/2022.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)

FINANZIAMENTO A SOSTEGNO DEL SETTORE VITIVINICOLO

Bando esclusivo per l'Emilia Romagna volto al sostegno di interventi sia materiali che immateriali su impianti enologici funzionali al miglioramento del rendimento globale delle imprese.


Beneficiari

Imprese impegnate in attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti vitivinicoli il cui obiettivo è quello di aumentare il valore delle produzioni, favorire l'innovazione, migliorare i risparmi e l’efficienza energetica e valorizzare le produzioni di qualità.


Agevolazione

Contributo a fondo perduto su investimenti fino a 800.000 €. Le percentuali del contributo saranno proporzionate alla natura dell'impresa:

     - 40% per le microimprese;

     - 20% per le PMI le piccole e medie imprese;

     - 20% per le imprese intermedie con meno di 750 dipendenti;

     - 19% per le grandi imprese.


Domande

Fino al 15/11/2021.

Richiedi informazioni

(imprese start-up)

Richiedi informazioni

(imprese no start-up)